Gestione e sicurezza dei dati personali sono diventati argomenti sempre più complessi.

Ogni azienda, e ogni partner con cui essa si interfaccia, deve amministrare ormai un'enorme mole di dati, che passano anche attraverso le interazioni digitali. Possono quindi nascere dubbi sul trattamento dei propri dati (e dei propri clienti) da parte di altre aziende, come nei lavori affidati in outsourcing.

Lo standard di sicurezza ISO 27001 definisce proprio i requisiti in termini di gestione delle informazioni. Vediamo di cosa si tratta.

 

ISO 27001: cos'è e quali misure prevede 

L’ISO 27007 nasce nel 2005 specificamente a fini certificativi per le tecnologie dell'informazione (IT). Si tratta di una raccolta di norme, requisiti e pratiche da seguire al fine di stabilire, realizzare e migliorare un vero e proprio Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni. 

In termini pratici, nel documento sono inclusi diversi elementi: da una parte, le informazioni per creare un ambiente per una corretta gestione delle informazioni (privacy inclusa); dall'altra le indicazioni su come minimizzare i rischi alla sicurezza, fino a portarli a livelli estremamente bassi e quindi accettabili (ricordiamo che, in ogni cosa e nell’IT in particolare, il rischio zero non esiste). 

Infine, la norma ISO 27001 elenca gli adempimenti in tema di sicurezza informatica e su cloud, oltre alle azioni da intraprendere in caso di bisogno (backup, restore, recovery). 

La completezza e l'esaustività dello standard ISO 27001 lo rendono ideale in moltissimi casi. Affidarsi a chi rispetta questo regolamento significa ottenere molteplici garanzie commerciali e legali nonché sgravarsi dalle preoccupazioni legate alla privacy.

È per questo – ma non solo – che oggi molte aziende ricercano questa certificazione. 

 

Outsourcing e sicurezza: la certificazione con ISO 27001 

Ottenere questa certificazione non è un obiettivo semplice: il pieno rispetto degli standard ISO 27001 attraversa molti passaggi e può impiegare diversi mesi.

Si parte da una fase di progettazione del suddetto Sistema di Gestione – che a sua volta si si compone di una parte organizzativa, di formazione, di definizione degli obiettivi, di realizzazione dei piani e dei test finali. 

La fase di implementazione è estremamente delicata: impiega tempo e risorse, richiede estrema precisione e deve avvalersi di una competenza approfondita delle procedure e della tecnologia.

Solo una volta completate tutte le verifiche sul Sistema, viene consegnata la certificazione.

Ma non è finita: ogni anno l'azienda certificata è soggetta a controlli dettagliati per appurare che gli standard restino continuamente allineatiIn ogni caso la certificazione ha una validità di tre anni, dopodiché deve essere rinnovata con nuove verifiche. 

Ha senso interrogarsi sui motivi che spingono un'azienda – potenziale prestatrice ad altre aziende, magari proprio la nostra – a certificarsi ISO 27001, anche se è un percorso complesso. Oltre a poter disporre di un reparto personale, c'è intuitivamente proprio il diventare un partner appetibile. La crescente attenzione sul tema spinge a certificarsi, e quindi a migliorare i propri servizi alle altre aziende: si innesca un meccanismo virtuoso, che assicura maggiore competitività a chi presta e a chi riceve. 

 

Esternalizzazione dei dati: elementi e vantaggi con partner certificati ISO 27001 

Esaminiamo più da vicino cosa comporta, per chi vi si affida, la gestione in outsourcing dei dati aziendali. I timori più comuni sono certamente le situazioni di sicurezza precaria: il dover affidare informazioni personali sui dipendenti ad altri, la paura di compromettere l'efficienza, ecc...

Proprio a questi dubbi fa fronte la certificazione ISO 27001: rivolgersi a un'azienda esperta e certificata è già sinonimo di garanzia, proprio a fronte dell'attenzione adottata dagli enti certificatori nei confronti della tematica. 

Affidarsi a un partner con certificazione ISO 27001 assicura innanzitutto di non incorrere in diversi problemi. Gli standard di sicurezza informatica sono elevati, i rischi si abbassano e l'efficienza è garantita anche nel tempo, grazie ai controlli già menzionati.

Altri vantaggi aggiunti sono il risparmio economico – i costi sono più ridotti, e non ci sarà bisogno di creare e formare un settore apposito – nonché l'elevata competenza di un personale completamente dedicato. 

Prima di avviare una partnership di questo tipo resta importante parlare con l'azienda a cui ci si intende affidare. Risulta infatti importante stabilire un rapporto di fiducia basato su conoscenza reciproca. 

Solo da questi presupposti è possibile ottenere un servizio di qualità elevata. 

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter!

Vuoi conoscere altro su questo argomento? Leggi gli articoli correlati.