All'interno di ogni moderna azienda si fa uso sostanzioso di programmi informaticianche molto differenti a seconda dell'obiettivo e del metodo di lavoro. Sono numericamente molti, sfruttati per molto tempo, e usati da molte persone.

Il che produce una gran quantità di esigenze da coniugare.

In alcune occasioni, il modello classico di software (quello da installare e configurare, a cui ci siamo abituati negli scorsi decenni) inizia a diventare obsoleto in quanto limita la scalabilità necessaria a un mercato in continua evoluzione. 

Proprio da qui entra in gioco il Saas. 

New call-to-action


Saas: cosa significa, cos'è, alcuni esempi 

L'acronimo Saas sta per Software as a Service, ossia Software come un servizio. Questa dicitura indica un'applicazione informatica che viene resa raggiungibile tramite cloud. In tal modo, questa diventa disponibile all'utente finale (e da lui interamente utilizzabile) tramite il semplice collegamento via internet. 

Questo processo funziona proprio come se il software fosse un serviziocioè delocalizzato ed esterno

Qualche esempio? Sono Saas le applicazioni per leggere la posta elettronica dal browser o molti servizi di Google, come Foto o Maps, che possiamo visitare direttamente sempre da browser, effettuando (se necessario) solo un login. 

Negli ultimi anni l'utilizzo medio dei Saas è enormemente aumentato, visti i molti vantaggi in termini di flessibilità che esso comporta. 

 

I vantaggi dei software Saas: inseguire un cambiamento 

Non è una sorpresa che sempre più aziende stiano adottando molteplici Saas. Il meccanismo delocalizzato  prevede diversi benefici che lo rendono indispensabile soprattutto in ottica di cambiamento. 

  • Tramite il sistema Saas è possibile utilizzare programmi molto avanzatie in più senza impostazioni manuali. Lo sforzo per l'utente – anche meno esperto – è minimo, sia nel primo utilizzo, sia in quelli successivi. E non è mai richiesto di aggiornare manualmente. 
  • A tal proposito, al contrario di alcuni software acquistabili una tantum, un'applicazione online viene aggiornata costantemente. In tal modo resta sempre al passo coi tempi in termini di performance tecniche. 
  • Quando si utilizza un Saas, non è necessario configurare il programma per ogni utente. In parole povere, il fornitore adatta il software ai diversi sistemi operativi, ai dispositivi e alle loro versioni, in modo che funzioni ovunque e senza azioni dell'utente. 
  • Di conseguenza è possibile adoperare un Saas in diversi momenti e da diversi dispositivi, consentendo una grande mobilità e adattabilità. Basti pensare a un utilizzo richiesto prima da postazione fissa e poi da laptop o smartphone, a causa di uno spostamento improvviso. 
  • La caratteristica di adattabilità appena descritta lo rende prezioso in questo momento di grande attenzione verso lo smartworking. 
  • Grazie al piazzamento delle informazioni su cloud, il Saas è meno sensibile a cancellazioni accidentali ed errori dell'utente, nonché perdite di dati per guasti dei dispositivi. 

 

Muoversi nel Saas tra limiti e possibilità 

Pur necessitando di valutazioni caso per caso, il Saas si rivela una strada spesso conveniente da percorrere: i suoi vantaggi vengono incrementati nelle situazioni in cui è richiesta maggior flessibilità e smart working.

In base a queste esigenze è stata sviluppata, ad esempio, la a.suite dei prodotti Ardesia-> per la gestione documentale e la posta elettronica: solo due dei molti ambiti in cui il Saas trova applicazioni utilissime. 

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter!

Vuoi conoscere altro su questo argomento? Leggi gli articoli correlati.