<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=1707970&amp;fmt=gif">

Firma grafometrica: i 5 parametri che la rendono valida

CONDIVIDI

La firma autografa è sempre un attributo imprescindibile per rendere legale un documento->.

Va però considerato che, in quest'epoca di sviluppo tecnologico, poter validare gli atti solo in presenza fisica di tutti i firmatari sarebbe un ostacolo davvero macchinoso.

Per ovviare al problema sono state sviluppate diverse firme elettroniche, con diversi gradi di complessità e valore giuridico. Tra le più importanti compare la firma grafometrica, detta anche firma olografa, che grazie ad alcuni parametri si avvicina tantissimo alla firma autografa.

Dai diversi tipi di firme elettroniche alla firma grafometrica


Le firme elettroniche sono riassumibili in 4 categorie, a seconda del loro valore e livello di complessità. Si parte da meccanismi semplici, usati solo per l'identificazione digitale, arrivando a certificazioni univoche, inequivocabili e composte da molteplici gradi di conferma. Vediamole in breve (per approfondirle per esteso, potete leggere questo articolo dedicato alle differenze tra firme->).


• La Firma Elettronica Semplice è il sistema più basilare, cioè un insieme di dati usati come mezzo per autenticarsi online. È priva di requisiti importanti, infatti il suo valore probatorio viene liberamente valutato in giudizio. Un esempio di Firma Elettronica Semplice è la password di un profilo, inserita per accedere a un sito o una app.


La Firma Elettronica Avanzata ha invece un processo di autenticazione che necessita di un gestore qualificato o provider. Deve infatti garantire attributi importanti, quali l'identità dell'autore, il suo controllo esclusivo, nonché l'integrità del documento digitale. La Firma Elettronica Avanzata è collegata direttamente ai dati del documento, e un suo esempio è proprio la firma grafometrica od olografa.


La Firma Elettronica Qualificata aggiunge ai requisiti precedenti anche la necessità di firmare da un dispositivo sicuro, da una connessione univoca e su un certificato qualificato. Si applica da dispositivi appositi, come Token USB e chip elettronici; poiché queste specifiche forniscono attributi notevoli, ha un valore probatorio molto elevato.


La Firma Digitale, un particolare tipo di Firma Elettronica Qualificata esclusivo dell'Italia, basato su un sistema di due chiavi crittografiche per fornire garanzie estreme sia al mittente che al ricevente. Si appone tramite un numero limitato di software e provider certificati a livello nazionale.

 

New call-to-action

I 5 parametri della firma grafometrica

Come accennato, la firma grafometrica-> è un particolare genere di Firma Elettronica Avanzata. Nonostante non rientri tra quelle più estreme, è certamente un'ottima soluzione a fronte della sua facilità di utilizzo., non necessitando di dispositivi specifici.


Questa certificazione viene realizzata direttamente a mano dal sottoscrittore, come avviene per la firma autografa. Anziché utilizzare una penna su un foglio di carta, la firma grafometrica si applica con un pennino su uno schermo capacitivo

L'atto della firma registra una serie di parametri, che servono a dare una corrispondenza univoca tra la firma e il suo sottoscrittore.

Tali parametri, detti "biometrici" o "grafometrici" sono:

  1. Il ritmo di ogni parte del tratto grafico a mano;
  2. la velocità dell'azione di firma;
  3. la pressione applicata nella firma;
  4. l'accelerazione, ossia l'incremento o decremento di velocità in alcune parti della firma;
  5. il movimento aereo associato ad ogni parte del tratto.

Queste proprietà sono registrate sotto forma di dati biometrici. I dati vengono collegati al documento informatico, rendendolo immodificabile nonché univocamente associato al firmatario. In tal modo questa firma biometrica acquisisce grande importanza per eventuali perizie o cause in tribunale.

 

Schermo resistivo vs schermo capacitivo 

La validità legale di una firma grafometrica è tale solamente a fronte dei 5 parametri biometrici che abbiamo elencato nel precedente paragrafo.

Ciò significa che in assenza di anche uno solo dei 5 dati, la firma non può considerarsi sicura.

A tal proposito è importante dedicare qualche riga alla differenza tra gli schermi capacitivi e gli schermi resistivi.

Per fare una sintesi:

  • Gli schermi capacitivi funzionano con il contatto delle dita (come i touch screen degli smartphone);
  • gli schermi resistivi necessitano di un pennino.

Negli schermi capacitivi, al tocco delle dita avviene un'interruzione del circuito elettrico presente sul vetro del dispositivo. 

Negli schermi resistivi, invece, il tocco viene registrato attraverso la pressione.

Negli schermi capacitivi non c'è pressione. Ne consegue che, se pur siano di gran lunga più sensibili dei resistivi, non sono in grado di rilevare la pressione della firma, che è uno dei 5 dati biometrici che rendono valida la firma grafometrica.



Validità legale e utilità della firma grafometrica

Per comprendere l'utilità della firma grafometrica, bisogna partire dalla sua validità legale e probatoria. Le sue caratteristiche sono le stesse di una firma autografa apposta su documento cartaceo, ovvero fa piena prova, fino a querela di falso, della provenienza delle dichiarazioni da chi l'ha sottoscritta.

In breve, anche la firma grafometrica assegna integrità nel tempo al documento e ha valore di prova finché riconosciuta dal firmatario. In caso contrario, comunque, i dati biometrici possono essere analizzati da un perito per dimostrarne la veridicità.

Così la firma grafometrica costituisce un'importante soluzione ai problemi di distanza e presenza fisica: è possibile ottenere dal cliente le firme necessarie-> anche mentre si è un ufficio, e viceversa.

Inoltre, l'utilizzo standardizzato della firma grafometrica incorpora i molti vantaggi della dematerializzazione documentale: risparmio di spazi e costi di manutenzione fisica, utilizzo in remoto e multi-dispositivo, indicizzazione, ricerche facili, validazione legale rapida.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti relativi agli articoli
Protected by Copyscape
CONDIVIDI